logo

Cerca nel sito


I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questa sezione nonchè i link ad altri siti presenti sul sito hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall'impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l'accesso o l'uso del materiale contenuto in altri siti.

Infoimprese

www.infoimprese.it
Cerca per nome
Cerca per prodotti

RSS Feed

Sottoscrivi i nostri feed e leggi i nostri articoli nel tuo browser
Elettrolink

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre novità, promozioni ed informazioni utili. Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register
Technogenics
Preferisci guardare:
 

Stop dell'UE alle lampade ad incandescenza.

La Commissione Europea ha deciso di vietare la prima immissione sul mercato di lampade ad elevato consumo energetico per uso domestico, in maniera graduale fino al 2016. Buone notizie non solo per l’ambiente, ma anche per i consumatori: le lampade a risparmio di energia permettono di risparmiare denaro, energia e CO.

La direttiva UE, inoltre, prevede che la dicitura “a risparmio di energia" venga applicata solo ai prodotti con classe di efficienza energetica A. In futuro, con l’ausilio di pittogrammi, le confezioni dei prodotti a risparmio di energia forniranno informazioni molto chiare sulla potenza, sulla classe di efficienza energetica, sulla tonalità di luce ecc. Sempre a vantaggio del consumatore, la direttiva definirà anche i nuovi requisiti minimi di qualità delle lampade. La nuova direttiva non vieta ai consumatori di utilizzare le lampade ad incandescenza, bensì regolamenta esclusivamente la vendita. Il 1° settembre 2009 non scatterà nessun obbligo di sostituire le lampade ad incandescenza già in uso nell’ambiente domestico, anche se sarebbe consigliabile farlo. E’ vero che i prodotti ad efficienza energetica sono, all’atto dell’acquisto, più costosi ma, nella maggior parte dei casi, grazie al significativo risparmio energetico, si ripagano già dopo un anno.

Esistono due gruppi di prodotti che si possono sostituire alle lampade ad incandescenza: le lampade ad alogeni a risparmio di energia, che risparmiano fino al 30% di energia, e le lampade fluorescenti compatte, che risparmiano fino all’80% di energia. Poiché le lampade ad efficienza energetica producono lo stesso flusso luminoso delle lampade ad incandescenza, consumando meno elettricità.

Dal primo settembre, l’industria del settore (che ha appoggiato la decisione europea e ha già adattato le linee di produzione e le strategie commerciali) non fornirà più ai punti vendita le lampade a incandescenza da 100 Watt e quelle smerigliate, di qualunque potenza. I consumatori potranno ancora acquistare i prodotti presenti sul mercato fino al loro esaurimento, poi dovranno comunque adattarsi alla luce più “fredda” delle fluorescenti, oppure convertirsi alle nuove alogene. Potranno anche, naturalmente, sostituire una vecchia lampadina da 60 watt con una fluorescente da 20 watt, che dà un’illuminazione equivalente a 100 watt a incandescenza.

 

Prodotti di cui sarà vietata la prima immissione sul mercato e tempi di attuazione del divieto:

Fase

Data

Lampade di cui sarà vietata la prima immissione sul mercato

1

1 Settembre 2009

Lampade con bulbo diffondente (ad eccezione delle lampade in classe di efficienza energetica A) e lampade ad incandescenza trasparenti con potenza uguale o superiore a 80 W 

2

1 Settembre 2010

Lampade ad incandescenza trasparenti con potenza superiore a 65 W

3

1 Settembre 2011

Lampade ad incandescenza trasparenti con potenza superiore a 45 W

4

1 Settembre 2012

Lampade ad incandescenza trasparenti con potenza superiore a 7 W

5

1 Settembre 2013

Innalzamento dei requisiti di qualità

6

1 Settembre 2016

Lampade in classe di efficienza energetica C


Il provvedimento Ue, in realtà, non specifica la tecnologia da sostituire, ma impone il rispetto delle classi di efficienza energetica A, B e C, mentre le lampadine a incandescenza sono tutte classificate nella parte inferiore della scala, come D, E o F. La seconda fase della messa al bando progressiva scatterà nel 2010, sempre a settembre, quando cesseranno le forniture ai negozi di lampade inefficienti da 75W. Poi, a settembre del 2011, toccherà a quelle da 60W, e infine, un anno dopo, a tutte le altre (da 40, 25 e 15 Watt).Dal settembre 2012, insomma, saranno immesse sul mercato solo lampade di efficienza energetica A, B o C, indipendentemente dalla loro potenza.  Vi saranno alcune, limitatissime eccezioni: le lampadine da frigo, da freezer o da forno, quelle usate in neonatologia e quelle per le incubatrici negli allevamenti. La decisione comunitaria prevede poi un’ulteriore tappa nel 2016, quando l’immissione sul mercato cesserà anche per le lampadine di classe C.

Potenza di una tradizionale lampada ad incandescenza

Potenza di una lampada ad alogeni

Potenza di una lampada fluorescente compatta*

25 W

18 W

5 W

35 W/40 W

28 W

7 W

60 W

42 W

11 W

75 W

52 W

15 W

100 W

70 W

20 W

150 W

105 W

30 W

L'annuncio del passaggio della norma è stato dato dal capogruppo degli ambientalisti, Angelo Bonelli, che già parla di «aria più pulita e bollette meno care». «Le tradizionali lampadine a incandescenza - spiega il parlamentare - disperdono il 90% dell'energia consumata; solo il 10% si trasforma in luce. La loro messa al bando, decisione in linea con altri paesi Ue, permetterà di risparmiare 5,6 miliardi di Kwh e ridurrà le emissioni di Co2 di tre milioni di tonnellate. I cittadini risparmieranno in bolletta un miliardo di euro. L'eliminazione di apparecchi con led che non si spengono farà risparmiare 2 milioni di Kwh ogni anno e l'emissione di 2000 tonnellate di Co2. Con questo provvedimento - conclude il capogruppo del Sole che Ride - si dà un grande contributo alla lotta ai cambiamenti climatici, al miglioramento della qualità dell'aria, all'innovazione tecnologica ed anche alla riduzione delle bollette».

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 

Login

Registrati e avrai accesso alle pagine e alle funzioni riservate del sito. Registrandoti, dichiari di avere letto l'informativa sulla privacy nel menù risorse utenti e di acconsentire al trattamento dei dati.



Technogenics

Traduci il sito

Chi c'è online

 55 visitatori online
Ricerca personalizzata

Gli articoli tecnici

Le informazioni fornite nel sito sono...
 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, web hosting. Valid XHTML and CSS.