logo

Cerca nel sito


I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questa sezione nonchè i link ad altri siti presenti sul sito hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall'impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l'accesso o l'uso del materiale contenuto in altri siti.

Infoimprese

www.infoimprese.it
Cerca per nome
Cerca per prodotti

RSS Feed

Sottoscrivi i nostri feed e leggi i nostri articoli nel tuo browser
Elettrolink

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre novità, promozioni ed informazioni utili. Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register
Technogenics
Preferisci guardare:
 

Impianti elettrici sicuri, salvavita e prese di terra

Approfittiamo di questo articolo per fornire una ulteriore delucidazione ed approfondimento nel merito della sicurezza di un impianto elettrico civile protetto da interruttore differenziale, ( salvavita) e lo stesso impianto in cui, l'interruttore differenziale è integrato da un sistema di messa a terra efficiente dell'impianto.

Attraverso questo articolo vorremmo puntualizzare le differenze tra i due casi appena citati, lo facciamo ponendo come esempio il tipico condominio o abitazione senza impianto di terra. Per il principio del "meglio di niente" e per il contenimento delle spese di intervento, ci si ferma spesso all'installazione del solo interruttore differenziale pensando che comunque sostituisca le funzioni di  un impianto di terra (che non c'è).

Chiariamo un paio di differenze nel comportamento di un impianto in caso di dispersioni di corrente definendolo di tipo 1, protetto dal solo salvavita, e  di tipo 2, in cui coesistono sia il dispositivo salvavita, sia le messe a terra nelle prese degli utilizzatori collegate agli opportuni dispersori.

Dispersione nell'impianto di tipo 1:   La dispersione di corrente dovuta ad esempio a basso isolamento, elettrifica la carcassa di un elettrodomestico ma questo è spesso isolato da terra, il caso più comune sono i piedini di stabilizzazione in gomma delle lavatrici, in questo caso nessun effetto immediato è sortito e il nostro salvavita continua a rimanere chiuso. Non essendoci infatti un collegamento diretto della carcassa dell'elettrodomestico a terra, il salvavita si accorgerà del superamento della soglia differenziale solo nel momento in cui parte di quel flusso di corrente non tornerà più sul circuito ma fugherà a terra attraverso di voi. Quindi nei casi in cui non esiste un impianto di terra è chiaro che, se il differenziale funziona, sarete protetti in parte! Infatti il dispositivo aprirà il circuito solo DOPO!  e a fare da circuito di terra sarà il vostro corpo, cosa vi assicuriamo molto dolorosa.

Dispersione nell'impianto di terra di tipo 2:   In questo caso, fino a che non esiste nessun guasto il comportamento dell'impianto è nella norma. Al verificarsi di un evento di dispersione su un qualunque apparecchio connesso alla rete di terra, ancora prima che voi vi entriate in contatto, essendo la carcassa degli apparecchi connessa fisicamente attraverso la rete di terra dell'impianto ai dispersori, questa corrente di dispersione fugherà verso terra ed il dispositivo differenziale avvertendo appunto una differenza fra la corrente in uscita e di  ritorno nel circuito, provvede a metterlo in sicurezza interrompendo l'alimentazione all'impianto. A questo  punto appare chiaro che per poter richiudere il differenziale sarà necessario prima individuare qual'è l'apparecchio imputato della dispersione; tuttavia come potete notare in questo nostro secondo caso, a differenza del precedente, nessun operatore ha corso il rischio di essere esposto ad una scarica.

Concludendo: In effetti non potendo contare su nessun altra protezione, il solo salvavita è meglio di niente, e resta senz'altro una buona protezione contro il rischio morte per elettrocuzione, ma potendo scegliere non fatevi convincere MAI del fatto che un salvavita sostituisca un impianto dotato di messa a terra efficiente!

Un'ultima raccomandazione da osservare sempre e comunque in entrambi i casi, non operate mai toccando lampadari, elettrodomestici e utilizzatori in genere mentre sono connessi alla rete, e ancor peggio, non fatelo mai scalzi o con le mani umide ecc. maneggiate questi apparecchi staccando sempre gli apparecchi dalle spine o aprendo il vostro interruttore generale!

 

 

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 

Login

Registrati e avrai accesso alle pagine e alle funzioni riservate del sito. Registrandoti, dichiari di avere letto l'informativa sulla privacy nel menù risorse utenti e di acconsentire al trattamento dei dati.



Technogenics

Traduci il sito

Chi c'è online

 59 visitatori online
Ricerca personalizzata

Gli articoli tecnici

Le informazioni fornite nel sito sono...
 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, web hosting. Valid XHTML and CSS.