logo

Cerca nel sito

Infoimprese

www.infoimprese.it
Cerca per nome
Cerca per prodotti

RSS Feed

Sottoscrivi i nostri feed e leggi i nostri articoli nel tuo browser
Elettrolink

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre novità, promozioni ed informazioni utili. Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register
Technogenics
Preferisci guardare:
 

Impianti elettrici, quando serve il progetto?

Facciamo chiarezza interpretando il D.M.37/08 sulle casistiche in cui per realizzare un impianto elettrico o per redigere una dichiarazione di rispondenza il committente può rivolgersi ad un responsabile di impresa abilitato e agli altri casi in cui è d'obbligo il progetto o la verifica tecnica di impianto da parte di un ingegnere o di un perito iscritto all'albo.

Casistiche in cui è sufficiente un responsabile tecnico di impresa abilitato (da più di 5 anni):

Impianti di produzione, trasporto, distribuzione ed utilizzazione dell'energia elettrica, impianti di protezione da scariche atmosferiche, impianti di automazione di porte cancelli e barriere con le seguenti caratteristiche:

-Utenze condominiali con potenze impegnate fino a 6 Kw.

-Utenze domestiche di singole unità abitative con potenza impegnata fino a 6 Kw.

-utenze domestiche di singole unità abitative con superficie inferiore a 400 metri quadri.

-Immobili adibiti ad attività produttive, commercio, al terziario ed altri usi con utenze alimentate a tensione fino a 1000 V.

-Immobili adibiti ad attività produttive, commercio, al terziario ed altri usi con utenze alimentate a bassa tensione e potenza impegnata non superiore a 6 Kw.

-Immobili adibiti ad attività produttive, commercio, al terziario ed altri usi con superficie inferiore a 200 metri quadri

-Impianti radiotelevisivi, antenne ed impianti elettronici in genere, se non coesistenti con impianti elettrici con obbligo di progettazione.

Impianti realizzati con lampade fluorescenti a catodo freddo con potenza "S" resa dagli alimentatori fino a 1200 V.A. (VoltAmpere).

-Impianti di protezione dalle scariche atmosferiche in edifici di volume complessivo fino a 200 metri cubi.

-Impianti realizzati con lampade fluorescenti a catodo freddo installati in luoghi senza obbligo di progetto.

Queste appena descritte sono, per sommi capi, tutte le circostanze impiantistiche fisiche ed elettriche in cui un responsabile tecnico di impresa può realizzare e certificare impianti elettrici, elettronici, di protezione da scariche atmosferiche ecc.

Trovandosi anche di un solo punto al di fuori di queste specifiche, ogni impianto per essere realizzato avrà bisogno (obbligo di legge) di un progetto redatto da un ingegnere o da un perito iscritto all'albo; analogamente, anche per le trasformazioni, gli ampliamenti e le dichiarazioni di rispondenza eventualmente previste dal D.M.37/08 per gli impianti aventi caratteristiche e date di realizzazione previste dal decreto, dovrà intervenire una delle figure appena descritte.

Appare chiaro che il progetto o la verifica tecnica di un ingegnere o perito è prescritta in ogni caso impiantistico particolare di cui, per semplicità, citiamo alcuni casi: Impianti in zone considerate a maggior rischio di incendio, in ambienti destinati ad uso medico, in ambiti potenzialmente a rischio di esplosione, ed ambienti soggetti a normative CEI specifiche.

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 

Login

Registrati e avrai accesso alle pagine e alle funzioni riservate del sito. Registrandoti, dichiari di avere letto l'informativa sulla privacy nel menù risorse utenti e di acconsentire al trattamento dei dati.



Technogenics

Traduci il sito

Chi c'è online

 11 visitatori online
Ricerca personalizzata

Gli articoli tecnici

Le informazioni fornite nel sito sono...
 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, web hosting. Valid XHTML and CSS.