logo

Cerca nel sito


I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questa sezione nonchè i link ad altri siti presenti sul sito hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità. Non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall'impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l'accesso o l'uso del materiale contenuto in altri siti.

Infoimprese

www.infoimprese.it
Cerca per nome
Cerca per prodotti

RSS Feed

Sottoscrivi i nostri feed e leggi i nostri articoli nel tuo browser
Elettrolink

Newsletter

Iscriviti alla newsletter e resta sempre aggiornato sulle nostre novità, promozioni ed informazioni utili. Devi prima registrarti per poterti iscrivere ad una newsletter. No account yet? Register
Technogenics
Preferisci guardare:
 

Classificazione impianti elettrici di immobili ad uso residenziale CEI 64-8

Pubblicata la norma CEI 64-8 che adotta una classificazione degli impianti elettrici in tre livelli, con regole da applicarsi agli impianti di unità immobiliari ad uso residenziale.

Questa classificazione descrive ciò che gli utenti potranno scegliere nel momento in cui, rivolgendosi ad un installatore, decidano di installare un nuovo impianto oppure di rinnovarlo. Si tratta di una variazione alla norma CEI 64-8 "allegato A- Ambienti residenziali prestazioni dell'impianto". L'allegato A è un'aggiunta normativa alla norma e quindi sarà necessario applicarlo per rilasciare la dichiarazione di conformità secondo la norma impianti 64-8.

L'utente finale potrà, d'ora in poi, chiedere all'installatore che la realizzazione dell'impianto elettrico sia di livello 1, 2, o 3; Ogni aumento di livello determina un aumento delle prestazioni e il livello 1 è definito come minimo per considerare un impianto elettrico a norma.

Entrando nel dettaglio:

Livello 1:  L'impianto minimo (livello 1) prevede un numero minimo di punti luce e punti prese in funzione della metratura o della tipologia di ogni locale dell'appartamento, un numero minimo di circuiti in funzione della metratura, almeno due interruttori differenziali per garantire una sufficiente continuità di servizio.

Livello 2: Il livello 2 rispetto al livello 1prevede un aumento delle dotazioni e dei componenti, oltre che alcuni servizi ausialiari quali ad esempio il videocitofono, l'antiintrusione o il controllo carichi.

Livello3: Il livello 3 oltre ad un ulteriore aumento delle dotazioni, introduce la domotica che va anche a beneficio del risparmio energetico all'interno dell'abitazione. L'impianto per essere considerato domotico, deve gestire almeno, ad esempio,quattro delle seguenti funzioni: Antiintrusione, controllo carichi, gestione comando luci, gestione temperatura, gestione scenari, controllo remoto, diffusione sonora, rilevazione incendio, sistema antiallagamento o rilevazione gas.

L'allegato normativo rappresenta un'evoluzione culturaleche modifica il concetto di impianto elettrico ampliando la portata degli obiettivi classici della protezione e dell'affidabilità.

 

Joomla Templates and Joomla Extensions by JoomlaVision.Com
 

Login

Registrati e avrai accesso alle pagine e alle funzioni riservate del sito. Registrandoti, dichiari di avere letto l'informativa sulla privacy nel menù risorse utenti e di acconsentire al trattamento dei dati.



Technogenics

Traduci il sito

Chi c'è online

 6 visitatori online
Ricerca personalizzata

Gli articoli tecnici

Le informazioni fornite nel sito sono...
 

Powered by Joomla!. Designed by: Free Joomla Template, web hosting. Valid XHTML and CSS.